Seguici in viaggio

Eccoci qui! Siamo partiti per il nostro primo viaggio da Moglie e Marito in Giappone e Koh Samui (Thailandia):

Itinerario:

22/07 – 27/07 – Tokyo
27/07 – 28/07 – Takayama
28/07 – 29/07 – Kanazawa
29/07 – 01/08 – Kyoto
01/08 – 02/08 – Isola di Miyajima
02/08 – 03/08 – Osaka
03/08 – 04/08 – Monte Koya
04/08 – 05/08 – Osaka
05/08 – 09/08 – Koh Samui

Day 1 – Arrivo a Tokyo

Dopo aver viaggiato per un giorno intero, aver fatto colazione alle 3 di notte con riso e pollo Thailandese speziato di non abbiamo ancora capito cosa, dopo aver ricevuto una torta nuziale durante il volo per la nostra Honeymoon, siamo arrivati stanchi, ma felici ed emozionati a Narita Airport. Da lì, abbiamo iniziato a sperimentare la puntualità dei treni giapponesi che ci hanno portato in centro a Tokyo, dove siamo andati in hotel e poi via per un giro veloce del quartiere. Qui abbiamo mangiato un mega Ramen, (per Andrea era il primo in assoluto!) e poi un giro a piedi sotto la Tokyo Tower… Alla fine, siamo morti a letto perché il fuso si è fatto sentire!

Day 2 – Tokyo

Eccoci qui, il nostro primo giorno in giro per Tokyo: abbiamo visitato Asakusa, il quartiere storico, con il famoso templio buddista Senso-ji passando per la porta Kaminarimon (cancello del “tuono”), siamo saliti sulla torre più alta del mondo, la Tokyo Sky Tree Tower, alta ben 634 metri. Abbiamo proseguito la visita passeggiando per l’antico Mercato di Tsukiji e per le vie del quartiere Akihabara, regno delle anime, videogiochi ed elettronica!
Infine, la sera abbiamo gustato dell’ottimo sushi al ristorante Sushi Zanmai nel caratteristico quartiere di Shinjuku, famoso per la vita notturna e le milioni di lucine al neon.

Day 3 – Mt. Fuji, Hakone e Tokyo

Gita al Monte Fuji e Hakone: partiti con un po’ di nuvolette dalla statua LOVE nel quartiere di Shinjuku, una volta raggiunto il Monte Fuji, il tempo non ci ha assistito… Infatti, a causa della troppa nebbia non siamo riusciti a vederlo 😦
Nel pomeriggio, ad Hakone sul lago Ashi le nuvole si sono diradate e siamo riusciti a salpare sulla nave dei pirati per raggiungere un giardino giapponese incantevole (dove Carolina ha individuato la macchina giapponese dei suoi sogni :D).
Abbiamo trascorso la serata nel quartiere di Roppongi cenando nel ristorante Gonpachi Nishiazabu, che ha ispirato la scenografia del celebre film Kill Bill.

Day 4 – Tokyo

Giornata estenuante iniziata con passeggiata per il Parco di Ueno, dove abbiamo ammirato il laghetto artificiale completamente ricoperto di ninfee di fiori di loto e sbirciato le bancarelle del Mercato Akamone.
Successivamente, ci siamo trasferiti al quartiere dei giovani, Shibuya, costellato di centri commerciali e negozi dei più svariati tipi. Questo punto di Tokyo è conosciuto anche per lo Shibuya Crossing, l’attraversamento pedonale che vede migliaia di persone ad ogni scatto di semaforo, e per la statua di Hachiko!
Per concludere in bellezza e non farci mancare nulla, dopo aver già registrato 26.000 passi sui nostri Apple Watch, ci siamo spostati sull’isola artificiale di Odaiba dove si trova l’unico Museo Digitale al mondo Team Lab Borderless. Giochi di luce e attività stravaganti hanno chiuso il nostro quinto giorno di luna di miele!

Day 5 – Takayama

Sveglia all’alba per trasferirci con il treno proiettile, Shinkansen, a Takayama, una piccola cittadina sulle Alpi Giapponesi dove sembra essersi fermato il tempo… Siamo stati ospitati nel caratteristico Ryokan Tanabe dove abbiamo sperimentato la giornata tipo giapponese: indossando autentici kimono, cenando sul tatami le prelibatezze del luogo, rilassandoci nel nostro onsen e dormendo nei futon.

Day 6 – Shirakawa-go, Kanazawa

Visita in bus al magico villaggio di Shirakawa-go, sito riconosciuto nel 1995 come patrimonio mondiale dall’UNESCO. Il luogo è caratterizzato da abitazioni in legno di quattro piani con tetto spiovente in paglia con spessore di circa mezzo metro per sopportare il peso imponente della neve durante l’inverno. Il quarto piano delle case è dedicato alla coltivazione di bachi da seta. La sera ci siamo spostati a Kanazawa dove abbiamo passeggiato per i quartieri di case tipiche giapponesi e ammirato il castello medioevale, simbolo della città.

Day 7 – Kyoto

Dopo due orette di viaggio in Shinkansen siamo arrivati a Kyoto, e lasciati i bagagli in hotel, abbiamo preso parte ad una visita guidata del quartiere Gion, antica zona di Kyoto famosa per la vita e le attività delle Maiko e delle Geiko (anche conosciute come Geishe). Durante il tour abbiamo avuto la fortuna di incontrarne alcune e di scattargli qualche foto!
A conclusione della giornata, abbiamo cenato con due specialità giapponesi: il Betayaki e l’Okonomiyaki 😛

Day 8 – Kyoto, Arashiyama

Giornata intensa e ricca di visite ai più importanti luoghi e templi di Kyoto: Kiyomizudera Temple, Palazzo e Giardini Imperiali, Kindaiji Temple (Padiglione d’oro), foresta di bamboo ad Arashiyama.
Per cena abbiamo deciso di sperimentare un’altra specialità giapponese assaggiando diversi tipi di Gyoza, ossia i ravioli giapponesi alla piastra!

Day 9 – Kyoto, Nara

L’ultimo giorno a Kyoto è iniziato con un buonissimo Matcha Frappuccino prima della visita al santuario di Fushimi Inari, caratterizzato da tunnel di innumerevoli Torii donati da aziende giapponesi per chiedere successo alla divinità.
Nel pomeriggio ci siamo diretti a Nara dove siamo stati accolti da tantissimi cerbiatti e abbiamo potuto ammirare l’enorme statua di Buddha alta 14 metri all’interno del Todai-ji Temple, costruzione di 57 metri di altezza interamente in legno di un’imponenza tale che impressiona al solo sguardo! La giornata è terminata con una cena giapponese presso il ristorante Katsukura Sanjo la cui specialità è il delizioso Ton-katsu, cotoletta di carne di maiale avvolta da una panatura croccante e accompagnata da zuppa di miso, riso ai cereali e insalata di cavolo.

Day 10 – Hiroshima, Miyajima Island

La prima tappa durante il trasferimento da Kyoto è stata Hiroshima: abbiamo visitato il Parco della Pace con i suoi monumenti, tra cui A-Bomb Dome, Monumento alla Pace dei Bambini e il Cenotafio per le vittime della Bomba nucleare, e infine il Museo della Pace. Qui abbiamo osservato da vicino l’orrore della bomba atomica e le conseguenze che ha provocato sulla popolazione e la città. Dopo la visita ci siamo rifocillati con un pranzo a base di Okonomiyaki cucinato secondo lo stile di Hiroshima!
Nel pomeriggio abbiamo raggiunto in traghetto la romantica Isola di Miyajima, dove siamo stati accolti nel Ryokan Iwaso che ci ha offerto la possibilità di trascorrere il pomeriggio nell’onsen e di gustare una cena in autentico stile Kaiseki.

Day 11 – Osaka

Osaka, la città dei balocchi: giornata trascorsa girovagando per le vie dei quartieri Namba e Dotombori con luci al neon sfavillanti, cartelloni pubblicitari a led enormi e karaoke all’aperto lungo i canali della città.

Day 12 – Monte Koya

Lasciato il caos frenetico di Osaka, ci siamo avventurati verso il Monte Koya, meta spirituale di pellegrinaggio per la religione buddhista. Abbiamo vissuto un’esperienza unica ed autentica alloggiando all’interno di un tempio buddhista dove siamo stati accolti da monaci che ci hanno offerto una cena in pieno stile vegano.

Day 13 – Osaka

La giornata è iniziata con sveglia all’alba per partecipare alla preghiera buddhista all’interno del Tempio dove abbiamo pernottato: è stata davvero un’esperienza unica e affascinante ascoltare le invocazioni degli dei da parte dei monaci ed assistere al coinvolgimento della platea durante l’orazione.
In tarda mattina siamo tornati ad Osaka dove abbiamo terminato il nostro tour in Giappone prendendo parte ad un’autentica Cerimonia del Té. Infine, come ultima cena non potevamo certo farci scappare l’opportunità di cenare in un ristorante di Kaiten Sushi, ossia sushi servito su nastro trasportatore: ristoranti di questo tipo sono nati proprio ad Osaka e successivamente sono stati esportati in tutto il mondo come prima forma di Sushi All-you-can-eat.

Day 14/17 – Koh Samui (Thailand)

Partiti dall’aeroporto galleggiante Kansai di Osaka abbiamo volato verso Koh Samui in Thailandia dove siamo stati accolti con tante felicitazioni al Samui Resotel…
I quattro giorni di permanenza sull’isola sono stati di pieno relax sulla spiaggia, massaggi rilassanti thailandesi in riva al mare e pranzi e cene a base di specialità Thai e tanto pesce fresco! Le sere ci siamo immersi nella cultura thailandese al Chaweng Central Festival e il caratteristico Fisherman Village pieno di locali e ristorantini direttamente sulla spiaggia. 😉

Day 18 – Ritorno in Italia

Giunti al termine del nostro super viaggio di nozze che ci ha riempito gli occhi di tantissime emozioni ed esperienze nuove siamo tornati nella nostra tanto amata Italia per iniziare la nostra vita matrimoniale!! ❤ 😀